Perché non possiamo permetterci di perdere mille posti letto nella futura 𝐂𝐢𝐭𝐭𝐚̀ 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐒𝐚𝐥𝐮𝐭𝐞?

Perché questo significherebbe la chiusura del Regina Margherita, del Cto e del Sant’Anna. Vorrebbe dire perdere tre fra i migliori ospedali mono specialistici del Piemonte: non possiamo perderli perché 1000 posti letto non sono sostituibili e perché la competenza che abbiamo al Cto sull’ortopedia, al Regina Margherita sulla pediatria, al Sant’Anna sulla neonatologia (e aggiungiamo all’Oftalmico sull’oculistica) non li abbiamo in altri ospedali piemontesi.

Bisogna dire “𝙉𝙊” al progetto della Città della Salute e bisogna contrastare chi vuole tagliare 1000 posti letto, essendo il Piemonte la penultima regione come posti letto, battuta solo dalla Calabria. Dobbiamo tornare a investire sulla sanità, difendendo le nostre eccellenze.